//
you're reading...
Uncategorized

Pietro Orsatti

Ciao Enzo. Che leggero e tagliente come una lama sorridente l’assurdo musical poolare di questa eterna guerra italiana lo hai raccontato. Buon viaggio sulle scale mobili della poesia

MUSICAL
Di Enzo Jannacci

Davanti al bar di un locale cinese che io
con una voglia di pasta col pane
che riempia magari un bidet.
Tu che non ti sei cambiato nemmeno
quando han convinto a sposarsi il Morini
col tuo maglione sudato color blu marin
dice va bene, d’accordo su tutto
ma la cravatta dov’è, eh?
Mentre sorseggi una bevanda alcolica che io
con una voglia così di crepare
magari soltanto col gas.
Tu che non parli nemmeno
se putacaso domani ci chiudono tutta la fabbrica
mi guardi come si guarda un parente e mi dici
questo è il momento del musical.

E già, perché noi due, noi due, noi due
proprio noi due
verremo giù da quella scala mobile
ci…

View original post 267 altre parole

Annunci

Informazioni su Livio Cotrozzi

Scrittore, autore televisivo e radiofonico, contadino dilettante, marito, padre e uomo libero.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tweet

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: